Recensione di Un anno vissuto pericolosamente

recensione-un-anno-vissuto-su-notorius
Recensione di Un anno vissuto pericolosamente  (film del 1982 diretto da Peter Weir) tratta dal blog Notorious.
“1965. Guy Hamilton (Gibson), giornalista australiano, arriva a Giacarta (Indonesia) come corrispondente estero. Lì viene aiutato da Billy Kwan (Hunt), fotografo e cineoperatore ad avere più visibilità. Quest’ultimo – uomo di grande sensibilità, indignato dal grado di povertà in cui vivono gli abitanti del posto – gli farà conoscere Jill Bryant (Weaver), una donna che lavora all’ambasciata britannica. Inizieranno una travagliata relazione e lei gli confiderà un segreto importante che potrebbe diventare uno scoop: un colpo di stato che avverrà entro poco. Sta a lui servirsene o meno. 
Pellicola particolare che mescola più generi (drammatico, thriller/spionaggio, sentimentale) e che coglie perfettamente l’atmosfera di miseria e paura che vivono anche soltanto le persone di passaggio. Scenografie e ambienti ottimi, così come la fotografia. 
La storia sarebbe molto interessante, sebbene un po’ telefonata, forzata (soprattutto il rapporto tra Guy e Jill. Anche se voluto, è comunque la classica storia d’amore in tempo di guerra per far empatizzare lo spettatore con i personaggi). 
La regia è molto buona però: asciuta, di polso. Come sempre Peter Weir predilige quella dimensione lugubre, sofferente, spaventosa e sovrannaturale che mette i brividi. Certe scene poi sono realmente toccanti e disturbanti. 
Gli attori sono in parte. Mel Gibson e Sigourney Weaver (qui meno convincente del solito però) sono adatti al ruolo ma chi spicca è Linda Hunt, che vinse anche l’Oscar per aver interpretato – egregiamente – il ruolo maschile di Billy, il fotografo affetto da nanismo. La sua performance è davvero notevole, sentita. 
Un film particolare più nella forma che nel contenuto (piuttosto prevedibile in realtà), che alterna momenti di dolcezza ad altri più crudi e brutali. 
Da vedere. Consigliato.” 
 
Fonte: Notorious Blog  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...